12/11/2020 - Week-end in famiglia

Un giro per le Langhe per tutta la famiglia

Le colline delle Langhe sono nel nostro immaginario una meta “adulta”, legata al buon vino e alla tradizione enogastronomica. Eppure esistono tesori anche a misura di bambino per vivere questo Paradiso in chiave family friendly!

Un giro per le Langhe per tutta la famiglia
Redazione

Colline ricoperte di vigneti a perdita d’occhio, alberi di nocciole in ordine scrupoloso, piccoli borghi con castelli in cima, casali e cantine secolari: l'armonia della regione di Langhe, Roero e Monferrato è unica. Qui natura e uomo si rispettano e convivono silenziosamente, in un perfetto equilibrio secolare.
La bellezza di queste terre è riconosciuta a livello mondiale, tanto da essere inserite dall'Unesco tra i siti Patrimonio dell'Umanità; ed è l'autunno con tutte le sue sfumature di colore la stagione migliore per una visita.
Vino e buona cucina, però, non sono gli unici punti di interesse della zona. Esistono tanti piccoli tesori per i bambini, per vivere una gita nelle Langhe anche in chiave family friendly.

cantine-dei-bambini
Le Langhe promettono tanto divertimento per i bambini

Museo della magia di Cherasco

Nel centro di Cherasco esiste un vero e proprio angolo di Paradiso, per i bambini ma anche per i più grandi. Qui, all'interno di una bellissima struttura del 1700 che una volta ospitava la scuola dell'infanzia del paese, nel 2013 ha aperto il Museo della magia.
Nato dalla volontà di Don Silvio, prete salesiano per vocazione ma ancora prima mago per passione, il museo coi suoi 2mila mq di superficie è il più grande d'Europa.
Curato in ogni dettaglio, il museo vanta una collezione incredibile di oggetti legati alla magia, meravigliosamente valorizzati da un allestimento che sorprende stanza dopo stanza.
Nel museo sono raccolti gli strumenti di gioco e di studio di Mago Sales (il nome d'arte di Don Silvio), a cui si aggiungono costantemente libri, manuali, attrezzi donati dai maghi che passano di qui. E ne sono passati tanti, se si pensa che proprio qui ha sperimentato le sue prime magie il celebre Arturo Brachetti, allievo di Sales.
Diciotto le sale espositive, che con grande carattere evocativo affrontano la magia nei suoi vari aspetti: qui, grazie a panelli interattivi e svariati video di ogni epoca, è possibile scoprire la magia esoterica, i tarocchi, il circo, l'illusionismo e conoscere i più grandi personaggi che hanno usato le diverse forme di magia nel tempo.
Gli spettacoli che si svolgono nei due teatrini del museo non possono che lasciare a bocca aperta tutta la famiglia!
Il Museo della magia è visitabile su prenotazione, solitamente organizza attività per i gruppi e per le classi.
All'interno degli spazi del museo ha preso vita anche la scuola di magia, per bambini dai 5 anni di età, che oltre a dare ai ragazzi strumenti per fare spettacolo e vincere le proprie timidezze, insegna loro a presentare un gioco, a stare sulla scena e intrattenere il pubblico.
E poi, come dice Don Silvio che alla magia ha sempre legato solidarietà e educativa (parte del costo del biglietto viene devoluto per portare avanti progetti a beneficio dei bambini in Italia e nel mondo) non bisogna mai smettere di giocare e di sognare. Il Museo della magia è un buon punto per ricominciare.

museo-magia-bambini-langhe
I bambini si divertono al Museo della magia di Cherasco


Museo del giocattolo di Bra

C'è da perdersi tra le stanze del Museo del giocattolo di Bra, che espone la collezione privata dell'antiquario braidese Michele Chiesa, affidata al Comune dal 2007.
Sono esposti oltre mille pezzi da inizio Ottocento agli anni '80 nelle sei stanze tematiche allestite all'interno della biblioteca civica.
Si parte dalla stanza dedicata alla prima infanzia, dove sono in mostra chicche d'altri tempi: un vasino e un seggiolone in legno, sonagli e carillon di latta e poi plastica, alcuni anche autoprodotti per quelle famiglie che non potevano permettersi di spendere soldi in giocattoli, ritenuti un lusso almeno fino agli anni '60.
In linea con la cultura e il marketing del giocattolo, neanche troppo passati purtroppo, il museo distingue e divide -volutamente ma con senso critico- in due sale le bambole destinate al gioco per bambine e i giocattoli per bambini. Bellissime le bambole, in cera prima, porcellana e stoffa poi, con le casette arredate e ammobiliate in ogni dettaglio. Ci sono anche le macchine da cucire in formato mini, che indirizzavano al mestiere fin da piccolissime. Tra i giochi maschili ci sono navi, barche, moto telecomandate (ma con il filo!), macchinine e pupazzetti a carica, oltre a giochi d'ispirazione bellica come cannoni, pistole, fucili e soldatini. Ancora birilli, calcetti e calciobalilla da tavola, o un banco da lavoro in legno, ridotto nelle dimensioni ma reale negli attrezzi.
La sala dedicata alla scuola riporta un modello di banco dei primi del Novecento, con cartelle, fionde e scarpe consumate. Bellissime le mini macchine funzionanti a vapore.
Lascia senza parole la stanza che accoglie gli aerei e i mezzi a pedali, tra cui piccole vere automobili, identiche in tutto e per tutto a quelle di famiglia. Oltre alle macchine, ci sono anche alcuni aerei in legno e metallo, sempre a pedali. Poi i tricicli in legno e ferro e gli attualissimi monopattini.
L'ultima stanza è dedicata a teatrini e fumetti, tutto conservato ed esposto con la massima cura.
Nel Museo del giocattolo di Bra sono da sempre ospitati durante l'anno laboratori per gruppi e scuole (momentaneamente sospese a causa Covid-19). Le famiglie sono accompagnate nella visita guidata tutte le domeniche, previa prenotazione.

museo-giocattolo-bra-bambini
Il Museo del giocattolo di Bra è una scoperta continua

Le cantine dei bambini

Ma chi visita le Langhe non può pensare di ripartire senza aver visitato le cantine dei prestigiosi vini di queste terre.
Paura che sia troppo noioso per i bambini? Nessun problema, proprio per questo è nato il progetto “Le cantine dei bambini”, che mette in rete alcune cantine (quattro ad oggi: Azienda vitivinicola Gianni Doglia a Castagnole delle Lanze; Az. Agr. Demarie di Vezza d'Alba; Rizzi azienda vitivinicola di Treiso e Fratelli Serio Borgogno & Battista di Barolo) che hanno deciso di allestire angoli gioco sulla tematica del vino per i più piccoli.
L’angolo dedicato ai bambini offre un kit di gioco in legno dove i bambini sono impegnati prima nella conoscenza del ciclo di produzione attraverso la realizzazione del percorso di un acino che deve diventare vino, per poi proseguire nella realizzazione di un vigneto e nella simulazione del trasporto delle ceste colme di uva dalla vigna alla cantina. Il gioco si conclude facendo ordine in cantina, impegnando i bambini nella sistemazione delle singole bottiglie negli appositi scaffali. E mentre i bambini giocano, mamma e papà possono godersi la visita e la degustazione senza pensieri.

cantine-dei-bambini-langhe
Nelle cantine dei bambini il divertimento è assicurato

Il progetto delle panchine giganti

Ci sono punti panoramici un po' speciali da cui ammirare le meraviglie di queste colline. Sono le panchine giganti del progetto Big Bench Community Project, un'iniziativa pensata nel 2010 dal designer americano Chris Bangle e della moglie Catherine per valorizzare la bellezza dei territori e le comunità locali: un progetto nato tra amici ma che adesso sta appassionando il mondo intero.
Il percorso delle panchine giganti è diventato quasi collezionismo; esistono infatti una mappa con l'elenco di tutte le panchine (alcune più accessibili di altre), una app per geolocalizzare le panchine e persino un passaporto per segnare tutte quelle su cui ci si è seduti.
Sono diverse le panchine giganti nelle Langhe, per sedersi a due metri da terra ad ammirare scorci mozzafiato a ridosso di piccoli curatissimi borghi: c'è quella viola a Monforte d'Alba, c'è la panca rossa della serenità ad Alba; quella azzurra a Dogliani o quella blu a Clavesana, e tante altre ancora.
Le panchine giganti entusiasmano i bambini e, per una volta, mettono i genitori nelle condizioni di essere anche loro di nuovo piccoli.

panchine-giganti-bambini
Le panchine giganti delle Langhe divertono grandi e piccini


Una chiesa di tutti i colori

Anche le visite più tradizionali da queste parti tradizionali non sono. Che ne dite, per esempio, di visitare una chiesa speciale, la più colorata d'Italia? Si trova a La Morra (splendido balcone sulle Langhe), nascosta tra i vigneti. Si tratta della Cappella del Barolo o Cappella delle Brunate dal nome delle vigne che la circondano, costruita nel 1914 per dare riparo a chi lavorava nei campi.
Oggi di proprietà della famiglia Ceretto, che possiede anche i sei ettari del prestigioso vigneto intorno, la chiesa è stata ristrutturata alla fine degli anni '90, dalle menti degli artisti Sol LeWitt e David Tremlett. Il restauro l'ha presentata al pubblico completamente rinnovata e, accecante per la sua bellezza, la cappella è oggi simbolo indiscusso dell'arte contemporanea che seppur dirompente si adagia perfettamente in un contesto elegante e pacato.

cappella-del-barolo-langhe
La Cappella del Barolo è la chiesa più colorata d'Italia

Andar per castelli

I castelli invece sarebbero da vedere tutti, ma per rendere la visita meno pesante è possibile farlo seguendo una delle Visite narrate, in cui la voce degli antichi abitanti dei castelli in abiti d'epoca racconta a grandi e piccini storia, leggende e tradizioni. Le Visite narrate animano i Castelli di Monticello d’Alba, Serralunga d’Alba, Magliano Alfieri, Monteu Roero, Sanfrè, Benevello e il Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba, durante i week end o eventi.
Ancora, da vedere, il castello di Barolo che ospita al suo interno il WiMu wine museum. Non per piccolissimi, il museo ripercorre per tappe tutta la storia del vino, grazie a giochi interattivi, video e installazioni sensoriali. Ai bambini (adatto ai bambini di 6-10 anni) viene consegnato un kit gioco che li coinvolge e tiene attenti durante la visita con giochi e indovinelli.

E poi il tartufo

Poi c'è lui, il tartufo, che insieme al vino la fa da padrone in queste terre.
Dedicata a questo tesoro dell'enogastronomia, La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba anima le Langhe e il centro di Alba proprio nel periodo più bello per visitare queste terre, tra ottobre e novembre.
La fiera è diventata baby e family friendly grazie allo spazio Alba Truffle Bimbi, il padiglione di gioco dedicato proprio ai più piccoli, dai 3 ai 12 anni. Questa area, a cui si accede su prenotazione, è stata ideata da Renato Priolo di Le Colline di Giuca, creatore dei giocattoli in legno che promuovono il territorio e le sue caratteristiche. Nell' Alba Truffle Bimbi i bambini possono dare spazio alla loro creatività e immaginazione, modellando colline e vigneti, plasmando elementi naturali e architettonici, utilizzando la cucina e il ciclo del vino come soggetti privilegiati dei racconti e dei balocchi appositamente costruiti in legno e in materiali naturali.


Informazioni pratiche sulle Langhe

Le Langhe sono un territorio collinare del basso Piemonte, situato tra le province di Cuneo e Asti.
Il 22 giugno 2014 le Langhe sono state ufficialmente incluse, assieme a Roero e Monferrato, nella lista dei beni del Patrimonio dell'Umanità.
Le langhe si possono raggiungere in treno: le linee più comode sono quelle che da Milano e Roma portano a Torino e che da Torino portano ad Alba e Bra, le principali città dalle quali si possono raggiungere i borghi più lontani.
Il modo più comodo per raggiungere le Langhe rimane l'auto. Per arrivare a Cherasco e Bra:
- Da Genova e da Milano sono circa 2 ore;
- Da Torino è circa 1 ora;
- Da Bologna sono circa 3 ore e 20 minuti;
- Da Roma sono circa 7 ore.

Cerchi suggerimenti e consigli per le vacanze con la tua famiglia?
Entra in Its4kids, la più grande community FB,
dedicata alle vacanze con i bambini!
Ti aspettiamo!

Sei stato nelle Langhe in vacanza con i bimbi?

Raccontaci cosa ti è piaciuto!
Lascia un commento qui sotto o raggiungici nel nostro gruppo Fb di famiglie: Its4kids - a misura di bambini,
Ti aspettiamo!!!

Leggi anche

La valle della Cascata dell’Acquacheta per famiglie

La Cascata dell’Acquacheta nelle foreste Casentinesi

Cos’ha di particolare la valle della Cascata dell’Acquacheta? Si intraprende questa passeggiata non solo per andare a vedere il salto di 70 metri che l’acqua fa, scivolando sui massi incurante di ciò che la circonda, ma per camminare in una foresta magica
10 cose da fare a Lignano e Bibione per famiglie

10 cose da fare in vacanza a Lignano e Bibione

Pensare a Lignano e a Bibione significa pensare al mare. Un mare formato family fatto di fondali marini adatti anche ai più piccoli e di spiagge con sabbia dorata. Lignano e Bibione sono sinonimo di vacanza, di profumo di crema solare, di secchielli e s
Cosa vedere a Vasto con i bambini per famiglie

10 cose da vedere a Vasto con i bambini

Vasto è una splendida cittadina del sud dell’Abruzzo, situata lungo la Costa dei Trabocchi. Al suo interno e nei dintorni si trova tutto ciò che una famiglia possa desiderare per vivere un’indimenticabile vacanza con i bambini: mare, spiagge, panorama, ot
Laghi in cui fare il bagno in Lombardia per famiglie

Cascate, pozze e piccoli laghi in cui fare il bagno in Lombardia

Quante volete ci chiediamo dove fare una gita fuori porta con i bambini, soprattutto quando il caldo dell'estate diventa insopportabile, Ecco allora a pochi chilometri da Milano, bellissime (gr)pozze d'acqua e piccoli laghi in cui fare il bagno(/gr)
Le piste ciclabili più belle della Liguria  per famiglie

Le ciclabili per bambini più belle della Liguria

La Liguria è costellata da piste ciclabili sul mare che consentono di ammirare un panorama magnifico. Su tutte le tratte non mancano inoltre punti di ristoro e aree attrezzate per picnic, che permettono di far riposare i bambini e di pranzare

Offerte

Iscriviti alla newsletter Its4kids
non perdere le nostre offerte formato famiglia.

Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.

Ami viaggiare con la tua famiglia?

Offerte e idee
per il tempo libero!

Iscrivi alla newsletter, non perdere occasioni


Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.