Area strutture
Accedi
I nostri canali social
La community its4kids delle mamme
Iscriviti alla nostra
Newsletter

03/12/2018 - In viaggio per l'Europa

Barcellona con i bambini

Divertimento e cultura in una delle città spagnole più belle per una vacanza in famiglia

Barcellona con i bambini
Redazione

Barcellona è una città vivace e colorata, piena di opere architettoniche sparse e tutte da scoprire, che incanteranno grandi e bimbi.
Visto il gran numero di cose da fare e da vedere, abbiamo deciso di mostrarvi ciò che non vi dovete perdere assolutamente in una vacanza a Barcellona con i bambini grazie ai consigli raccolti sulla nostra pagina Facebook Its4kids - a misura di bambini.

La Rambla e il Mercato de la Boqueria


La Rambla e il Mercato della Boqueria sono i luoghi perfetti per vivere totalmente la quotidianità di Barcellona e immergersi tra gli odori e i sapori della città.
Se si va a Barcellona un giro sulla Rambla è una tappa obbligatoria.
La Rambla è un largo viale animato giorno e notte, lungo poco più di un chilometro che attraversa il centro storico di Barcellona e porta fino al mare.
Percorrere la Rambla è scoprire il vero e proprio cuore di Barcellona: qui troverete infatti street food, in particolare i famosi churros, un dolce fritto tipico della Spagna, preparato al momento nei banchetti che si trovano lungo la strada, artisti di strada e tanti fiorai, ma soprattutto tanta gente diversa, persone del posto e turisti, perché la Rambla ha il potere di attirare proprio tutti.
Prendetevi un po' di tempo per fare una passeggiata tranquilla per riuscire ad entrare nel vero spirito della Catalunya.

La
La Rambla

Il Mercato de la Boqueria si trova più o meno a metà della Rambla, ed è un grande mercato coperto al cui interno troverete cibo di ogni genere, jamon (il buonissimo prosciutto spagnolo) e formaggi, uova di ogni dimensione e specie animale, frullati da asporto e tanto altro ancora.
Potete decidere di mangiare qualcosa sul posto o di portarvelo via, ma anche semplicemente di perdervi tra gli odori e i sapori di Barcellona, camminando tra i banchi e assaporando una parte fondamentale della vita quotidiana della città. Il mercato è sempre molto caotico, soprattutto negli orari dei pasti, ma i bambini rimarranno stupiti dalla quantità di cibo che c'è, e difficilmente sapranno resistere alle prelibatezze della cucina spagnola.
Fate attenzione: il mercato rimane chiuso la domenica, e molti banchi rimangono chiusi anche il lunedì.


A poca distanza dalla Rambla, il mercato di Santa Caterina, forse un po' meno famoso e assaltato dai turisti è una meta davvero interessante.
Appena ristrutturato da due famosi architetti, unisce l'architettura tradizionale spagnola con un design modernissimo e coloratissimo.
Visitando il Mercato non rimanete all'esterno a ammirare l'opera, entrate e scoprite all'interno banchi di cibo di ogni genere, provenienti da tutta la Spagna: Impossibile non comprare qualcosa!


Un banco del mercato de la Boqueria - Barcellona con i bambini
Mercato de la Boqueria - Barcellona

La Sagrada Familia


La Sagrada Familia è il monumento più visitato della Spagna.
L'opera, ancora in costruzione, nasce da un progetto di Antoni Gaudì, cominciato nel 1883, con il sogno di costruire in epoca moderna una chiesa come le imponenti cattedrali medioevali dell'Europa.
Non solo la fede ha ispirato Gaudi nella costruzione, ma anche la natura: entrando al'interno della Sagrada, si ha l'impressione di entrare in un bosco: i soffitti altissimi e le colonne simili ad alberi, lasciano a bocca aperta, e i giochi di luce dovuti ai diversi colori delle finestre, che ricordano la luce del sole che filtra attraverso i rami, rendono l'atmosfera di questo posto magica. Gaudì puntò molto sull'uso delle finestre e della luce: la Sagrada Familia è pensata in modo da riprodurre al suo interno le varie fasi della luce del giorno, questo fa sì che i colori interni della chiesa cambino a seconda dell'orario di visita.
Per quanto si possa descrivere, la sensazione che proverete entrandoci dentro, sarà comunque unica e inspiegabile.
Purtroppo Gaudì non riuscì a vedere la sua opera realizzata perché morì in un incidente nel 1926.
Ad oggi, nella migliore delle ipotesi la Sagrada Familia verrà completata nel 2026, ma rimane comunque un'opera spettacolare che bisogna vedere assolutamente se si visita Barcellona.
Se i bambini sono abbastanza grandi e se non soffrite di vertigini potete fare la visita alle torri della Sagrada Familia. Le torri sono alte 65 metri dal livello della strada e la vista da lassù è spettacolare. Si arriva in cima con un ascensore, e poi si scende con una lunghissima scala a chiocciola posta all'interno della torre. La visita è permessa ai bambini a partire dai 6 anni, il biglietto è a parte e si può acquistare solo online, l'ingresso è gratuito per i bambini fino agli 11 anni.
Ricordatevi di comprare i biglietti online qualche giorno prima. Nel momento di acquisto del biglietto dovrete scegliere l'orario di visita quindi siate puntuali perché i controlli sono molto severi. Potete scegliere di fare una visita guidata della durata di 50 minuti o, in alternativa, prendere un'audioguida - vi verrà chiesto di scegliere la lingua nel momento in cui comprerete i biglietti online. Per i bambini al di sotto degli 11 anni il biglietto per la Sagrada Familia è gratuito.
Puoi acquistare il biglietto salta fila alla Sagrada Familia direttamente su Musement.

Come arrivare alla Sagrada Familia?
Il modo più comodo per arrivare è prendere la metro, la linea 2 oppure la 5, e scendere alla stazione omonima.

Sagrada Familia Barcellona
Sagrada Familia - L'interno con i suoi giochi di luce

Park Güell di Gaudì


Park Güell è un altro capolavoro di Gaudì e anche uno dei più apprezzati. Un grande e colorato parco pubblico dove ammirare mosaici variopinti, due edifici in stile Hänsel e Gretel e 86 colonne doriche. Questo parco è molto apprezzato dai bambini per i suoi colori vivaci e per l'atmosfera fiabesca dell'intero parco e tipica delle opere di Gaudì.
È diviso in due parti: la zona monumentale e la zona gratuita, la prima è quella più famosa dove si trovano i colorati mosaici, l'altra, invece, fatta di sentieri e aree verdi, e arrivando in cima si può ammirare Barcellona dall'alto, dove noterete come spicca la Sagrada Familia in mezzo alla città.
Anche in questo caso, per essere sicuri di riuscire a entrare, vi consigliamo di acquistare i biglietti online per la zona monumentale. Con un biglietto a parte potete visitare la casa di Gaudì, dove ha vissuto gli ultimi 20 anni della sua vita.
L' ingresso è gratuito per i bambini sotto i 7 anni.

Puoi acquistare il biglietto salta fila al Park Güell di Gaudì direttamente su Musement.

Park Güell a Barcellona
Park Güell - Barcellona

Casa Batlló


Casa Batlló, capolavoro di Gaudì, è vera e propria casa - infatti era stata pensata dall'artista come un complesso di appartamenti - ma dal 1995 è stata aperta al pubblico e oggi è un'attrazione per chiunque si trovi a Barcellona. Già dalla facciata si può ammirare l'edificio colorato, dove spicca l'inconfondibile stile dell'architetto. All'interno le magnifiche vetrate colorate e la bizzarra architettura tipica di Gaudì, entusiasmano molto i bimbi. Viste le lunghe code che si formano per visitarla, consigliamo di acquistare i biglietti online un po' prima, in modo da decidere data e ora in cui volete entrare. L' ingresso gratuito per i bambini fino ai 6 anni. All'interno di Casa Batlló c'è un deposito dove potrete lasciare i passeggini.

Puoi acquistare il biglietto salta fila di Casa Batlló direttamente su Musement.

Casa Batlló Barcellona
Casa Batlló vista da fuori - Barcellona

La Pedrera - Casa Milà


A pochi passi da Casa Batlló, si trova La Pedrera, detta anche Casa Milà, dal nome dei proprietari che nel 1905 chiesero a Gaudì di costruire questi appartamenti. Casa Milà, al primo piano, era il loro appartamento, mentre gli altri vennero messi in affitto - e alcuni di questi sono abitati ancora oggi. Anche in questo caso, già da fuori si riconosce lo stile di Gaudì, con la facciata ispirata alla natura, in particolare a una scogliera, ma senza dubbio è il tetto la parte più sorprendente di quest'opera: con le sue forme stravaganti ha reso camini, scale e condotti di aerazione delle vere e proprie opere d'arte con il risultato che l'impressione che dà questo edificio è quella di essere in movimento.
La Pedrera è molto visitata, per questo si consiglia di comprare i biglietti online. L'ingresso è gratuito per i bambini fino ai 6 anni.

Puoi acquistare il biglietto salta fila di Casa Milà direttamente su Musement.

La Pedrera-Casa Milà a Barcellona
La Pedrera - Casa Milà


Museo di Picasso a Barcellona


Il Museo di Picasso di Barcellona, è il più famoso museo al mondo del pittore. È diviso in 15 sale, che seguono la vita di Picasso, passando dai primi anni di attività, per arrivare a opere meno conosciute, come quelle realizzate in ceramica. All'interno del museo ci sono poche opere del periodo cubista, che sono quelle più famose, ma nonostante ciò è interessante per vedere l'evoluzione di Picasso come artista.
Il museo è stato inaugurato nel 1983 grazie alle opere donate dallo stesso artista, e si è ampliato con le donazioni di altri artisti come Salvador Dalì, e dalla moglie di Picasso Jacqueline Roque.
Il Museo di Picasso è molto conosciuto e per questo si formano sempre lunghe code per visitarlo, quindi acquistate i biglietti online.
La domenica dopo le 15 e la prima domenica del mese l'ingresso è gratuito.
Il biglietto è gratuito per i bambini e i ragazzi fino ai 18 anni.

Puoi acquistare il biglietto salta fila per il Museo di Picasso direttamente su Musement.

Museo Picasso di Barcellona
Museo Picasso - Barcellona

Informazioni pratiche per visitare Barcellona

Per visitare Barcellona consigliamo di acquistare una guida di Barcellona per i bambini. Ne esistono edite da diverse Case editrici, tra cui ll Touring Club. Qui le guide di Barcelona in vendita su Amazon.

Com'è il clima a Barcellona?
Il clima a Barcellona è mediterraneo, gli inverni sono miti e le estati sono calde e soleggiate. Se decidete di visitare Barcellona in primavera, portatevi un costume costume da bagno e crema solare, perché potrete trovare davvero delle bellissime giornate.

Quali documenti servono per visitare Barcellona?
Per visitare Barcellona per i cittadini della UE è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio, ricordatevi di fare la Carta d'Identità anche per i bimbi!
I cittadini italiani e della UE, con la tessera sanitaria possono ricevere assistenza medica gratuita negli ospedali pubblici di Barcellona.

Come arrivare a Barcellona?
Barcellona in aereo: il modo più comodo per arrivare a Barcellona è l'aereo.
Per arrivare a Barcellona ci sono partenze da tutti i principali aeroporti italiani.
Con Skyscanner potete trovare il prezzo dei voli e monitorare le offerte.

L'aeroporto più vicino alla città è l'Aeroporto del Prat, a soli 17 chilometri dal centro città
Il mezzo più veloce per arrivare dall'aeroporto in città è l'Aerobus, che in 30/40 minuti vi porta in Plaça de Catalunya, pieno centro di Barcellona. Il bus parte ogni 5- 10 minuti. Il costo è di €5,90 (prezzo aggiornato a dicembre 2018).
Qui per comprare i biglietti dell'Aerobus dal sito Terravison. In alternativa, il taxi fino in centro costa €25-30.

Barcellona in macchina: si può raggiungere Barcellona in auto dall'Italia, infatti da Ventimiglia dista circa 700 chilometri, ed è un percorso molto bello perché si passa dalla Provenza e dalla Linguadoca. I costi dei pedaggi e della benzina sia in Francia che in Spagna sono molto simili a quelli italiani.

Dove dormire a Barcellona?
Le mamme della nostra community consigliano di dormire vicino a Plaça de Catalunya, perché si trova in una zona comoda, vicina a tutti i luoghi di interesse e comoda per i mezzi di trasporto.
Guarda su Booking.com per trovare dove dormire a Barcellona.

Hai visitato altri posti a Barcellona a misura di bambino?


Se hai altre idee o suggerimenti per visitare Barcellona con i bambini, scrivi qui o entra nel nostro gruppo Facebook Its4kids - a misura di bambini.
Potrai aiutarci a crescere e potrai aiutare altre famiglie a vivere al meglio le vacanze.

Ami viaggiare con la tua famiglia?

Offerte e idee
per il tempo libero!

Iscrivi alla newsletter, non perdere occasioni


Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.