Area strutture
Accedi
I nostri canali social
La community its4kids delle mamme
Iscriviti alla nostra
Newsletter

21/08/2018 - Viaggiare con i bambini

Dai passaporti ai documenti per un viaggio all'estero

Come fare il passaporto? Che documenti servono per viaggiare con i bambini? Ecco come organizzare un viaggio all'estero

Dai passaporti ai documenti per un viaggio all'estero
Redazione

Come organizzare un viaggio all'estero?

Prima di organizzare un viaggio all'estero le domande che frullano nella mente sono sempre tante: cosa serve? Cosa portare? E queste aumentano se si deve pensare ai documenti per viaggiare con i bambini.
Tante mamme del gruppo facebook its4kids ci chiedono quali sono i documenti per un viaggio all'estero con i bambini e come farli, ecco una piccola guida su tutto quello che serve, compreso come fare il passaporto per i bambini e per gli adulti .

Quando si è in viaggio, soprattutto con i bambini, è fondamentale avere i documenti a portata in un posto sicuro, in maniera da poterli trovare velocemente, ma soprattutto non perderli. Su Amazon ci sono dei porta documenti da viaggio davvero pratici.

porta documenti da viaggio
Porta documenti da viaggio

Cosa serve per un viaggio all'estero?

Per un viaggio all'estero serve un documento d'identità valido per l'espatrio.
Iil migliore di tutti (anche secondo il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina è il passaporto.
Il passaporto è universalmente riconosciuto, mentre la carta d'identità purtroppo non viene accettata da molti Paesi.
Fare il passaporto è molto caro, per cui se non avete in programma di avare in Stati per cui è necessario, conviene aspettare a farlo

Carta d'identità valida per l'espatrio per bambini e adulti


Per andare in molti stati dell'Europa è sufficiente la carta d'Identità.
In particolare all'interno dello spazio Schengen (zona di libera circolazione, dove i controlli alle frontiere sono stati aboliti) un cittadino europeo può tranquillamente viaggiare solo con la carta d'identità valida per l'espatrio
Quando si fa la carta d'identità bisogna assicurarsi che sia valida per l'espatrio, esplicitamente richiedendolo negli uffici del Comune.
Per fare la Carta d'Identità bastano: 3 fotografie formato tessera a colori, è fondamentale che siano uguali e recenti, a mezzo busto e col capo scoperto. Il costo è di pochi euro (5,42 euro per diritto fisso e costi di segreteria).

Bisogna prestare particolare attenzione alle carte d’identità cartacee rinnovate con il timbro dal Comune, a quelle elettroniche rinnovate con il foglio di proroga del Comune e quelle la cui validità sia stata prorogata fino al giorno della propria data di nascita.

La Carta d'identità per i bambini


Non c'è un età minima per avere la Carta d'Identità,anche i neonati possono, anzi dovrebbero avere la loro Carta d'identità, anche se non vanno all'estero.
La Carta d'identità per i bambini ha validità differente in base alle età:
vale solo 3 anni per i minori di 3 anni;
5 anni per la fascia di età dai 3 ai 18 anni
10 anni per i maggiorenni.
Per fare la carta d'identità a un bambino, devono presentarsi agli uffici del Comune sia il bambino, sia entrambi i genitori (muniti di proprio documento di identità). Il bambino può essere accompagnato anche da un solo genitore, però deve essere esibita la dichiarazione di assenso all’espatrio dell’altro genitore, corredata dalla fotocopia della carta d’identità.
Servono tre foto tessere recenti (scattate negli ultimi sei mesi), la vecchia carta di identità (se era già stata fatta) e 5,42 per il costo del documento.

Per il rilascio della Carta d'Identità per serve l'assenso di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci, passaggio che deve essere espresso direttamente allo sportello al momento dell'atto della richiesta e sulla modulistica già predisposta.

Il sito del Ministero degli Esteri ci ricorda che: " Per quanto riguarda invece i minori di 14 anni che si recano all'estero con i genitori, si consiglia di munirsi di documentazione idonea a comprovare la titolarità della potestà sul minore (es. certificato di nascita con indicazione di paternità e maternità, la nomina a tutore, il certificato di iscrizione negli schedari consolari da cui risulti la composizione del nucleo familiare, ecc.).
A partire dal 24 gennaio 2012, data di entrata in vigore del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, la carta di identità valida per l’espatrio rilasciata ai minori di età inferiore ai quattordici anni può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci. Ove la carta di identità riporti il nome dei genitori o di chi ne fa le veci, non è necessario munirsi di documentazione idonea a comprovare la titolarità della potestà sul minore."

Per cui se non volte portarvi documentazione aggiuntiva per viaggiare all'estero è sufficiente che sulla carta d'identità dei bambini ci sia scritto il nome dei genitori.

Dove si può viaggiare con la Carta d'Identità


Ecco l'elenco degli Stati dove si può viaggiare con la sola Carta d'Identità:
Austria, Belgio, Bosnia, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Egitto, Eire, Erzegovina, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia (la carta d'identità deve avere validità residua pari almeno alla durata del soggiorno),Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Monaco (Principato), Montenegro (solo se il soggiorno è al massimo di 30 giorni), Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia e Ungheria.
Nei seguenti Stati è valida la carta d'identità solo con viaggio organizzato: Albania, Gibilterra, Marocco, Tunisia ed Egitto.
Per entrare in Croazia e nel Regno Unito (Gran Bretagna) con i bambini si devono esibire, oltre alla Carta d'Identità valida per l'espatrio, l'atto di assenso e affidamento dei genitori, su un modulo plurilingue.

Il passaporto



Fare il passaporto è un procedimento che necessita di alcuni step. Innanzitutto è bene sapere che il passaporto non si può rinnovare ma è necessario richiederne uno nuovo.
Viene rilasciato per i cittadini italiani e per i maggiorenni, ha una durata decennale e un costo di 116 euro a persona.
Dal 2010 viene rilasciato un passaporto elettronico costituito da un libretto, dotato di un microchip in copertina che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.
Presente anche la firma digitalizzata ma non per i minori di anni 12, per gli analfabeti e per chi ha un'impossibilità fisica.
I bambini minori di 18 anni devono essere dotati di un passaporto individuale, infatti dal 2012 non è più possibile richiedere l' iscrizione del figlio minore sul passaporto del genitore. Per quanto riguarda quei passaporti di genitori con iscrizioni di figli minori, è bene sapere che rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

partire per una vacanza con la famiglia sicuri con tutti i documenti in ordine

Quali documenti servono per il Passaporto?


La domanda per il rilascio può essere presentata nei seguenti posti: Questura, ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza e la stazione dei Carabinieri.
I documenti per il passaporto da portare con sé sono: il modulo stampato della richiesta passaporto, differente per maggiorenni e minorenni, un documento di riconoscimento valido, 2 foto formato tessera identiche e recenti, la ricevuta del pagamento a mezzo conto corrente di 42.50 euro per il passaporto ordinario e un contrassegno amministrativo da 73,50 euro. Le impronte digitali possono essere rilasciate solo negli uffici della Polizia di Stato anche in tempi differenti.

Come fare il passaporto per i bambini?


Fare il passaporto per i bambini minorenni necessita dell'assenso di entrambi i genitori, firmato davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l'ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell'assenso si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice tutelare.
I documenti di viaggio per i bambini sono obbligatori e dal 26 giugno 2012 tutti i minori devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Esistono due diverse tipologie di validità: triennale da 0 a 3 anni, quinquennale dai 3 ai 18 anni. I documenti da portare (dopo aver preso appuntamento) sono: la domanda per il passaporto per minorenni firmata dai genitori, un documento di riconoscimento valido del bambino, diversamente il genitore può fare un'autocertificazione, due fototessere identiche e recenti, la ricevuta di pagamento e il valore bollato.

come fare il passaporto ai bambini

Un bambino può viaggiare da solo?


Fino al compimento dei 14 anni i bambini possono viaggiare da soli seguendo alcune regole. Devono essere accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci. In caso di viaggio con solo un genitore sul passaporto devono essere riportati i nomi di almeno uno dei genitori in qualità di accompagnatore, se così non fosse, al momento dell'espatrio lo stesso genitore deve poter dimostrare il rapporto di parentela attraverso, ad esempio, l'esibizione dello stato di famiglia o dell'estratto di nascita del minore. Per chi esercita la potestà genitoriale serve la documentazione della nomina a tutore o dell'atto di affido. I minori possono viaggiare anche affidati ad un accompagnatore, che deve essere munito di dichiarazione di accompagnamento, oppure a un ente anche in questo caso con dichiarazione di accompagnamento.
Quando i bambini compiono i 14 anni possono viaggiare senza accompagnatori sia nell'Unione Europea che Paesi fuori Unione Europa.
La dichiarazione di accompagnamento deve essere sottoscritta dai genitori, o da chi esercita la responsabilità tutoriale, e resterà agli atti della questura. Può essere rilasciata una dichiarazione cartacea oppure l'iscrizione direttamente sul passaporto. Il termine massimo di validità della dichiarazione è di 6 mesi.
Per le tratte nazionali alcune compagnie aeree o di navigazione richiedono una specifica documentazione per il bambino che viaggia accompagnato da persone diverse dai genitori, però la Polizia rilascia le dichiarazioni solo per chi espatria. È bene, dunque, informarsi su che documenti servono alle compagnie prima di partire.

La Tessera Sanitaria


Se viaggiate nell'Unione Europea portatevi anche la tessera sanitaria perché permette di avere la copertura medica in tutti i Paesi membri della Comunità Europea. Fuori della comunità europea è consigliabile avere una Assicurazione sanitaria per il viaggio

La Tessera sanitaria dà diritto alle cure mediche gratuite nei paesi dell'Unione Europea, è bene quindi portare in viaggio la Team (Tessera Europea di Assicurazione Malattia). Nel caso si fosse dimenticata resta il diritto alle cure, pagando e chiedendo il rimborso al rientro. L’assistenza è in forma diretta e pertanto nulla è dovuto, eccetto il pagamento di un eventuale ticket (esempio: in Francia è del 20 per cento su ogni prestazione) che è a diretto carico dell’assistito e quindi non rimborsabile.

Le assicurazioni di viaggio


Per viaggiare sicuri all'estero si può prendere in considerazione l'idea di stipulare una assicurazione di viaggio.
Esistono polizze di diverso genere e con coperture differenti, anche per tutta la famiglia.
Fra le diverse assicurazioni sul mercato, è importante stipulare in caso di viaggi fuori della Unione Europea, la assicurazione sanitaria; senza assicurazione un piccolo giro all'ospedale potrebbe costare cifre importanti.
Alcune compagnie offrono buone coperture anche in caso di annullamento del viaggio, soprattutto in caso di malattia di uno dei viaggiatori, utile per salvare almeno parte della spesa per una malattia dell'ultimo minuto.

Ami viaggiare con la tua famiglia?

Offerte e idee
per il tempo libero!

Iscrivi alla newsletter, non perdere occasioni


Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.