12/06/2017 - Attività con i bambini - Italia

Alla scoperta di Genova con i bambini

Dal centro storico, alle colline, dal mare ai parchi, tanti suggerimenti per conoscere Genova

Alla scoperta di Genova con i bambini
Redazione

La visita a Genova con i bambini spesso è dedicata alla solo area del Porto Antico, con l'Acquario, la Città dei bambini e il Museo del Mare, ma pochi sanno che Genova è una splendida città d'arte, sede di Patrimoni Unesco, che, quasi ne fosse gelosa, nasconde ai turisti frettolosi...
Vi invitiamo alla scoperta di Genova con i bambini: dal centro storico alle riviere, musei, passeggiate, parchi e mare per tutta la famiglia.

Leggi anche: All'Acquario di Genova con i bambini, le cose da non perdere , dedicato all'area dell'Acquario e del Porto Antico.

Usa il nostro motore di ricerca, per trovare dove dormire in Liguria con i bambini, le recensioni delle strutture sono scritte dalle mamme del gruppo Facebook Its4kids - a misura di bambini.

Tra vicoli e piazzette alla scoperta del centro storico di Genova

Il centro storico di Genova è caratterizzato dalla presenza di stretti vicoli tra le case, minuscole piazzette a cui si affacciano edifici medievali.
La zona molto vivace e multietnica purtroppo non è molto pulita, ma nasconde dei tesori immensi da scoprire con occhi attenti. Alcuni palazzi sono stati insigniti dall'UNESCO del titolo di "patrimonio dell'Umanità". Ogni guida di Genova dedica almeno qualche pagina al Centro Storico e camminando tra quei palazzi non è difficile scoprirne il perché. Dalla zona dell'Acquario in pochi passi vi ritroverete nel dedalo dei caruggi: stradine strette tra i palazzi caratteristici.

Mammacult organizza visite e laboratori alla scoperta di Genova dedicati alle famiglie con bambini. Qui trovi il calendario aggiornato delle attività di Mammacult a Genova per le famiglie.

Un itinerario molto semplice e molto interessante è quello che, attraversa via San Lorenzo, piazza De Ferrari, piazza Campetto, piazza Fontane Marose per poi concludere con via Garibaldi, via Cairoli e pizza Banchi. Per avere un'idea più chiara del percorso abbiamo creato una mappa interattiva con partenza e arrivo alla stazione metro di San Giorgio, ma noi di Its4kids proveremo anche a raccontarvelo per punti. L'itinerario è alla portata di tutti, anche di chi non conoscesse bene la zona e potrebbe avere timore di perdersi.

5 buoni motivi per visitare il Centro storico di Genova con i bambini

1. il drago di Palazzo San Giorgio
Partendo da San Giorgio si consiglia di guardare in alto, verso la facciata di Palazzo san Giorgio. Lì si trova un grande affresco che piace molto ai bambini, la scena è quella di un cavaliere intento a combattere un drago. Guardandosi intorno, non è difficile immaginare come, nel medioevo, proprio tra quelle piazza e quei banchi, sia nata la prima banca. Anche oggi vi sono bancarelle, chioschi e negozi, e figurarsi un mercante con le sue strane bilance sarà questione di un attimo.

Lasciandosi alle spalle piazza San Giorgio e percorrendo i portici di Sottoripa verso Levante (dando la schiena al Porto Antico a destra), si incontra una ampia strada in leggera salita lastricata, via San Lorenzo, percorretela e guardate le splendide facciate dei palazzi.

2. I leoni della cattedrale di San Lorenzo
Via San Lorenzo è un'ampia via lastricata che accoglie i turisti che provengono dal mare e li porta nel centro città. Se si guarda il terreno con attenzione è possibile vedere i solchi lasciati dalle ruote dei carri e delle carrozze lasciati da secoli di passaggi. Per i bambini le star indiscusse della zona sono i due grandi leoni di marmo posti ai lati della scalinata della cattedrale. Farsi scattare una foto in groppa a uno di loro è quasi d'obbligo.

Si consiglia di fare una sosta più lunga a San Lorenzo per poter vedere bene la cattedrale con il suo tesoro e la bomba inesplosa. Il giro si può fare anche con un passeggino, tenendo a mente che la maggior parte delle strade non sono asfaltate, ma lastricate. Si consigliano dei passeggini con le ruote più grandi.

La cattedrale rimane sulla sinistra, proseguendo lungo via San Lorenzo si arriva a piazza de Ferrari, quello che vedrete sulla sinistra è il Palazzo Ducale di Genova. Sulla destra il palazzo della Regione Liguria, ma al centro noterete subito anche la grande fontana.

3. La fontana di piazza De Ferrari

Piazza de Ferrari così come si presenta adesso è una piazza moderna e un perfetto crocevia tra la zona antica e la zona moderna e commerciale di via XX Settembre e dintorni. La fontana di piazza de Ferrari è di grandi dimensioni, con tanto di giochi d'acqua tutt'intorno. D'estate, solo passarci vicino regala un momento di piacevole sollievo dal calore delle giornate più calde.

Vicino alla piazza potrete incontrare il Teatro Carlo Felice e, a pochi passi verso destra, porta Soprana e la casa di Colombo, ma per continuare nel tour pensato da noi dovrete prendere invece salita San Matteo, che conduce in all'Abbazia di San Matteo con il suo chiostro.

4. Il chiostro di San Matteo
Come la cattedrale di San Lorenzo, l'abbazia di San Matteo è un buon esempio di gotico ligure, con le sue righe orizzontali di marmo bianco alternato all'ardesia. I bambini rimarranno sorpresi di vedere ben due chiese con gli stessi colori del manto di una zebra. Il vicino chiostro di San Matteo, aperto al pubblico con degli orari variabili, è un giardino quadrato circondato da colonnine di marmo, al cui centro si può osservare un piccolo pozzo. Il silenzio e l'ordine della zona sono un ottimo esempio, anche se in piccolo, dei più grandi chiostri sparsi per il mondo. I bambini potranno avere una prima idea di quale fosse l'aspetto dei chiostri dei monasteri e di altri giardini nobiliari del passato.

Il vico di San Matteo porta direttamente a piazza Campetto.

5. Palazzo Spinola di pellicceria e Palazzo del Melograno
Raggiunta piazza Campettosi possono dedicare alcuni minuti alla scoperta di Palazzo del Melograno. Il grande edificio è ora sede, tra le altre cose, di Oviesse e entrando nel negozio, si possono ammirare statue e soffitti piuttosto insoliti per un negozio di abbigliamento. Tra le particolarità di questo palazzo c'è proprio l'albero di melograno che continua a crescere sulla sua facciata.

Nel caso di una visita più lunga o di una giornata piovosa, si può fare una piccola deviazione verso via di Piazza di Pellicceria per visitare l'interno di Palazzo Spinola. Sede dell'omonima galleria. Il Palazzo, ricco di decorazioni e di opere d'arte è un luogo che lascia a bocca aperta.

Con via di Soziglia e via Luccoli sarà possibile andare a piazza Fontane Marose, diretti verso via Garibaldi. Via Garibaldi si immette naturalmente in via Cairoli, via S.Siro e piazza San Luca vi accompagneranno verso piazza Banchi e alla stazione metro di San Giorgio da cui siete partiti.

Centro storico di Genova, la storia raccontata ai bambini.

Giro del centro storico di Genova con i bambini

Il centro storico di Genova è un labirinto di vicoli e vicoletti stretti, a volte strettissimi, costruiti in modo da rendere difficile ai pirati e ai predoni provenienti dal mare una facile invasione del centro cittadino. Ogni invasione veniva prima annunciata dalle vedette dei forti genovesi posizionati sulle colline, poi comunicata alle guardie poste a difesa delle mura cittadine e, infine, agli abitanti. Che si barricavano in casa, pronti a rovesciare olio bollente o altro sui pirati e briganti che tentavano di entrare in città. Questi e altri dettagli vanno immaginati, ma tra i vicoli di Genova si trova un vero e proprio museo a cielo aperto in cui è facile ricostruire tutta la sua storia. Partendo dalle grandi fortezze medievali, fino alla biancheria stesa da un palazzo all'altro, non c'è dettaglio del centro storico che non sia carico di storia.

Il centro storico genovese è quasi fatto a strati, dall’epoca romana fino a oggi è sempre stato abitato e questo si vede per tutto il percorso, tuttavia è l’epoca medievale ad aver lasciato le tracce più evidenti. Le porte risalgono prevalentemente al periodo del Barbarossa e, lassù tra le guglie, portano il simbolo e la bandiera della repubblica marinara, una croce rossa in campo bianco, che si può ritrovare anche alla base dei lampioni della città. Scovare tutti i simboli della città è quasi una caccia al tesoro a cielo aperto, per grandi e piccini.

Tra i vicoli ci sono ancora alcune botteghe storiche, ma per capire quali fossero i mestieri all’opera da quelle parti, basterà leggere le targhe poste agli angoli dei vicoli in questione: vico degli orefici e piazza delle oche ne sono solo alcuni esempi!

Il centro, da piazza De Ferrari a Spianata Castelletto

Palazzo Ducale e piazza De Ferrari

Palazzo Ducale è uno dei simboli di Genova come grande repubblica marinara del passato. Oggi è sede di eventi, mostre e locali, ma nel 1300 era qualcosa di molto diverso: la sede del doge!
Palazzo Ducale propone anche, su prenotazione e a pagamento, laboratori didattici per I bambini dai 5 agli 11 anni.
Si trova sulla piazza principale di Genova, piazza De Ferrari. Tutto intorno sarà possibile vedere il Teatro Carlo Felice, il palazzo della Regione e altro, ma i bambini rimarranno colpiti dalla grande fontana che sovrasta la zona ed è meta tipica dei fotografi.
Da piazza De Ferrari inizia via XX Settembre, la via dello shopping genovese, via Roma, via XXV aprile e Galleria Mazzini, le vie dei negozi chic della città.

Piazza De Ferrari - Genova con bambini

Museo di Storia Naturale Giacomo Doria

In caso di pioggia - o in caso di bambini amanti degli animali - in centro si può visitare il Museo di Storia Naturale, le cui collezioni sono soprattutto zoologiche ma anche botaniche e geologiche.
Il museo è una grande collezione di animali impagliati provenienti da tutto il mondo, dai leoni della savana agli orsi polari dell'Antartide. Il museo è molto diverso dall'acquario o da uno zoo con animali vivi, ma è uno dei pochi posti al mondo dove poter osservare il muso di un orso bruno a pochi centimetri dal proprio naso!

Tra le varie aree del museo vi sono anche sezioni dedicate alla paleontologia e ai minerali, ma durante l'anno ci sono anche mostre tematiche dedicate ai dinosauri, agli insetti e a ogni genere di animale che sia vissuto sulla Terra.

Genova dall'alto: tra ascensori e funicolari

Per vedere Genova dall'alto non c'è solo il Bigo nella zona del porto Antico, ma ascensori e funicolari.
Da Piazza Portello, si può prendere l'ascensore che porta a Spianata Castelletto, piazza sorta al posto di un antico castello. Dall'alto di Spianata Castelletto c'è una meravigliosa vista sul mare e sulla città.
La zona è ricca di panchine su cui riposare dopo una bella camminata, ma è anche nota per le sue gelaterie e la possibilità di fare fotografie alla città vista dall'alto.

In piazza Zecca c'è invece la fermata della funicolare che porta al Righi, la collina che domina la città. Per i bambini è molto divertente salire su questo caratteristico trenino inclinato! La funicolare impiega circa una ventina di minuti a fare tutte le fermate che arrivano fino al capolinea. Scesi dalla funicolare godetevi la vista di tutta la città, oppure fate quattro passi a vedere da vicino i forti che costituivano la cinta muraria di Genova alla fine del 700.
Al Righi c'è un Parco Avventura con percorsi per tutte le età dai bambini agli adulti.

Spianata Castelletto - Genova dall'alto

Il cimitero di Staglieno - una passeggiata ricca di storia

Forse non tutti sanno che il Cimitero monumentale di Staglieno è il cimitero monumentale più grande d'Europa. Gli amanti della storia e dell'arte rimarranno sorpresi dalla quantità di sculture create in omaggio ai defunti. Tra i soggetti più ricorrenti ci sono le grande statue di angeli che accompagnano un po' tutta la visita. Esiste la possibilità di fare delle visite guidate pensate per i bambini e le famiglie, ma tra le mete obbligate si ricorda sempre la tomba di Giuseppe Mazzini. Il giro completo del cimitero è un po' troppo lungo per i bambini piccoli, ma il percorso principale è percorribile anche con il passeggino in quanto asfaltato. Tra le zone più particolari si ricordano il cimitero americano e quello ebraico, utili a mostrare ai bambini accenni ad altre tradizioni. Il luogo è avvolto dal silenzio, interrotto solo dal motore dell'autobus interno al percorso e dai rintocchi delle campane, può sembrare poco adatto ai bambini, ma è un'ottima idea per poter passare qualche ora tranquilla tra secoli di storia. In caso di pioggia le visite guidate si tengono soprattutto nelle aree coperte dei porticati.

Tra le tombe più famose e visitate vi sono quelle di: Giuseppe Mazzini, Mary Constance Wilde, moglie di Oscar Wilde, Fabrizio de Andrè e Gilberto e Rina Govi.

D'estate è consigliabile portare l'anti-zanzare, la zona è circondata dal verde e tra alberi e siepi è facile incontrarne .

Genova e la sua campagna - Il trenino di Casella

Per i bimbi appassionati di treni, ha riaperto da poco il trenino storico di Casella.
Il trenino, in partenza da una piccola stazione nei pressi di piazza Manin, sulle alture di Genova, ma a pochi minuti dal centro della città, porta a Casella: paesino caratteristico dell'entroterra ligure.
Il tracciato di 25 km, con curve strette e pendenze ben diverse da quelle dei treni a cui siamo abituati, è molto panoramico, nei primi tratti si gode una vista di Genova dall'alto e poi attraversa boschi, parchi e paesini fino ad arrivare a Casella.
La piccola stazione, il tracciato singolare e il panorama sono scolpiti nel cuore dei bambini, e non più bambini di Genova, ma sono pressoché sconosciuti ai turisti.

Per tutti i bambini appassionati di treni come il trenino di Casella abbiamo scritto un articolo sui treni storici più affascinanti d'Italia: A bordo di un treno d'epoca - 10 Itinerari con i bambini

Il Trenino di Casella - Genova con i bambini

Il mare e Boccadasse

Allontanandosi dal centro, alla fine di Corso Italia, la passeggiata a mare di Genova si trova un piccolo gioiello: l'antico borgo dei pescatori di Boccadasse. Partendo dall'area della Fiera del mare si può percorrere tutto Corso Italia per godere della vista mare e della possibilità di fare due passi in libertà. Tutto il lungomare può essere impegnativo per i bambini, all'altezza di Puntavagno si trova il parco giochi dove poter riposare oppure si può pensare di cominciare la passeggiata all'altezza dei campi da tennis di Albaro, anch'essi affiancati da un piccolo parco giochi.

Il borgo di Boccadasse, ancora in parte abitato dai pescatori, si è conservato perfettamente nel tempo è una delle mete più amate dai genovesi la domenica. La spiaggetta, molto piccola, gli scogli, le "creuze", la chiesa sul mare ne fanno un ambiente davvero unico.
Mangiare un boccone a Boccadasse non è certo un problema, dai ristoranti di alto livello, alla friggitoria di pesce, dalla focacceria alle crepes, si trova di tutto e per tutte le tasche. Comunque non c'è visita a Boccadasse che non termini con un gelato!
Ai grandi consigliamo di provare il gusto panera, semifreddo a base di panna e caffè che si trova solo a Genova.

Il lungomare prosegue verso Sturla per poi correre verso la riviera di Quarto, Quinto e Nervi. L'intera corso Italia è già balneabile, ma per fare un bagno con i fiocchi si consiglia di preferire le spiagge sul Levante dal Monumento di Quarto dei Mille in avanti.

la spiaggia di Boccadasse - Genova con i bambini

Parchi nei dintorni di Genova

I parchi di Nervi

Nelle giornate di sole, meritano una visita i Parchi di Nervi, con i loro prati ed alberi secolari. Si tratta di ampi giardini, un tempo appartenenti a vecchie ville private, che ora rappresentano un complesso botanico affacciato sul mare. Oltre alle belle piante da ammirare, ci sono anche un ampio parco giochi, un roseto - aperto in particolare in primavera - e dei prati su cui si può giocare a pallone o semplicemente fare un picnic.
A pochi passi dai parchi di Nervi c'è la bellissima passeggiata sul mare, il percorso si snoda per circa due km a picco sul mare. Il percorso è mozzafiato ma sicurissimo,non c'è alcun pericolo a percorrerlo con i bimbi!

Parchi di Nervi - Genova con i bambini

Villa Duchessa di Galliera - Daini a Genova Voltri

A Genova Voltri c'è uno dei parchi preferiti dai bambini, Villa Duchessa di Galliera. La prima area aperta al pubblico è una zona verde e molto curata con fontanelle, statue, alberi e sentieri che portano direttamente alla Villa stessa. Grotte e cascatelle arricchiscono i suoni del parco dando un'impressione di pace e tranquilità. Proseguendo il giro si passa invece ad un paesaggio molto più simile alla campagna. Nelle belle giornate è possibile fare il pic-nic nei grandi prati della villa. Seguendo il sentiero si arriva all'area preferita dai bambini, la zona dedicata ai daini! Non si tratta di una gabbia stretta, ma di un'ampia area recintata da cui i bambini potranno da mangiare ai daini, rimanendo a pochi centimetri dagli animali, senza correre alcun pericolo.

Altri parchi: Genova ha diversi parchi e parchi giochi, tuttavia molti sono in fase di riqualificazione. Tra i più consigliati restano Villa serra di Comago a Sant'Olcese, una villa d'epoca con grande parco dotato di laghetti, animali e splendidi fiori e Valletta Cambiaso nel quartiere di Genova Albaro, vicino a corso Italia. La Valletta è un'area verde dotata di campi da tennis, all'interno vi è un parco giochi all'ombra degli alberi, apprezzato soprattutto d'estate.

Villa Serra ha l'ingresso a pagamento, €3 per il biglietto intero, €1 per quello ridotto riservato a bambini e anziani. Valletta Cambiaso è un'area con libero accesso ad eccezione delle aree dei campi da tennis riservati ai giocatori.

Fiere e manifestazioni

Euroflora

Ogni 3 anni - presso la Fiera del Mare - Genova diventa sede dell’Euroflora, una delle più grandi esposizioni di piante e fiori d’Europa. I bambini non potranno rimanere indifferenti al tripudio di colori, profumi e varietà di specie presenti alla fiera, ma sopratutto potranno avere interessanti lezioni sulla biodiversità.

Festival della scienza

In autunno Genova è arricchita da un festival enorme: il festival della Scienza. I bambini già appassionati saranno entusiasti di condurre esperimenti insieme allo staff, ma la cosa più bella sono i bambini che si avvicinano alle provette e ai microscopi proprio grazie a questa manifestazione. In genere la zona più coinvolta è quella del Centro città, ma questo è un evento che coinvolge mostre, musei e scuole sparse per tutta la città. Un evento da non perdere.
Dal 26 ottobre al 5 novembre 2017.

Informazioni pratiche per visitare Genova

⦁ A Genova , in tutto il centro e nelle zone limitrofe, non c'è possibilità di posteggiare gratuitamente. Le "aree blu e e "aree azzurre", parcheggi scoperti a pagamento si trovano sparse su tutto il territorio, la tariffa oraria è in quasi tutte le zone di € 2,50 all'ora.
⦁ Nella zona del Porto Antico e nel centro città vi sono parcheggi al chiuso in cui posteggiare la macchina con la garanzia del servizio di sorveglianza, spesso questi parcheggi sono più economici del posteggi blu, inoltre sono più comodi perché non richiedono il pagamento anticipato e spesso è difficile prevedere esattamente quanto ci si fermerà.
⦁ Genova si gira bene con i mezzi pubblici, alcune zone sono servite dalla linea metropolitana, altre dai treni regionali, le colline sono servite da funicolari. Gli autobus hanno molte linee e sono molto frequenti, soprattutto in centro, ma spesso sono davvero affollati.
Con il biglietto ordinario (€1.5 per 100 minuti) si possono prendere gli autobus, la metropolitana, gli ascensori e le funicolari. Il biglietto integrato (€1.6 per 100 minuti) permette di prendere anche il treno regionale nell'area urbana (Da Voltri a Genova Nervi a Pontedecimo).
Per ogni adulto pagante, un solo bambino sotto a 1.15m di altezza viaggia gratis, ogni ulteriore bambino paga il biglietto intero. I passeggini sono sempre ammessi, chiusi sugli autobus e aperti su ascensori e funicolari.
Amt, la azienda cittadina di trasporti, gestisce anche il servizio navebus da Genova - Pegli al Porto Antico(€3 a biglietto) e il gr)Volabus (€5 se prenotato online) dal centro città all'aeroporto Cristoforo Colombo. I bambini fino ai 4 anni sul Volabus viaggiano gratis.
Per le famiglie in vacanza a Genova per un giorno solo, è conveniente il biglietto giornaliero 24 ore 4 persone al costo di €9.
Più informazioni sul sito AMT - Genova

Ristoranti a Genova con i bambini

Per mangiare a Genova con i bambini, noi consigliamo di cercare un forno o una focacceria e pranzare all'aperto, che sia il porto antico o Boccadasse o i parchi di Nervi, godendosi il bel clima con un pezzo di focaccia e un gelato.

Nelle giornate di vento o la sera può essere comodo mangiare seduti, vi consigliamo di consultare questo articolo: Ristoranti in Liguria con i bambini e questo elenco di posti
dove mangiare a Genova con i bambini

Dove dormire a Genova con i bambini


Dagli ostelli con stanze formato famiglia, al lusso degli hotel a 5 stelle, tutto rigorosamente a misura di bambino!
Ecco un elenco di posti dove dormire a Genova.

Conosci altri posti, a Genova, a misura di bambino?

Queste segnalazioni vengono dal nostro gruppo Facebook Its4kids - a misura di bambini,
puoi aggiungere le tue scrivendo una mail a: info@its4kids.it o lasciando un commento qui sotto.

Il tuo contributo ci aiuterà a crescere e a offrire informazioni più complete a tutte le famiglie,

Grazie!


Tieniti informato
sulle ultime novità!

Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.