05/08/2020 - Vacanze con i bambini

In montagna in Abruzzo con i bambini

L'Abruzzo non offre solo splendide località di mare, ma ben tre Parchi Nazionali oltre a laghi, cascate, grotte...

In montagna in Abruzzo con i bambini
Redazione

L’Abruzzo è una regione rimasta all'ombra per molti anni, ma che finalmente viene riscoperta in tutta la sua essenza.
Mare, montagna, splendidi borghi, appassionanti avventure e ottimo cibo, tutto a prezzi assolutamente competitivi. L'Abruzzo non ha nulla da invidiare alle montagne del Nord o al mare del Sud ed è arrivato il momento di visitarlo.
L'Abruzzo è considerato il polmone verde d'Europa, con i suoi tre Parchi nazionali: il Parco Nazionale di Abruzzo (il più antico parco d'Italia), il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco Nazionale della Majella, un Parco regionale e oltre trenta Riserve Naturali.
Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è uno dei più estesi d'Italia, con il Gran Sasso punta più alta degli Appennini.

Vedi anche: dove dormire in Abruzzo con i bambini.


Il parco Nazionale del Gran Sasso e Campo Imperatore

Nel Parco Nazionale del Gran Sasso ci sono moltissime camminate e escursioni da fare alla scoperta di una natura incontaminata adatte per lo più ai bimbi più grandi o comunque abituati a camminare.
Il percorso lungo il fiume Sagittario, risale le gole fino a Castrovalva all'interno della riserva WWF.
Il luogo in assoluto più incredibile dell'area è Campo Imperatore, chiamato anche il Piccolo Tibet, un vasto altopiano a 1800 metri di quota. La piana, di origine glaciale e carsico-alluvionale, è quasi del tutto spoglia di vegetazione e regala un panorama mozzafiato.
Da qui si può seguire la Traversata dei Pastori e camminare lungo le praterie, fino a raggiungere il canyon dello Scoppaturo, set di numerosi film western.
Non si può passare da Campo Imperatore senza fermarsi a mangiare in una delle agrimacellerie, che vendono carne, formaggi e altri prodotti locali e mettono a disposizione aree attrezzate per la griglia e per il picnic.

Campo Imperatore in Abruzzo
Photo credit: Roberto Rinaldi

Forest bathing nel Parco Nazionale d'Abruzzo

La forest therapy è la nuova tendenza terapeutica che attribuisce al contatto con la natura un grande potere curativo. Nello specifico, questa forma di cura, che prende spunto dalla cultura giapponese, valorizza i benefici del bosco e del contatto con la natura e gli alberi, capace di ridurre lo stress e i disturbi del sonno e favorire il benessere psicofisico.
Il “bagno nella foresta” consente un'esperienza sensoriale e immersiva per ritrovare pace e armonia nel contatto con la natura.
In Abruzzo ci sono diversi posti meravigliosi dove praticare il Forest bathing, in pieno ascolto del silenzio o dei suoni della natura, a stretto contatto con gli alberi, l'acqua e la terra. In particolare le grandi faggete primordiali del Parco Nazionale d'Abruzzo inserite nel Patrimonio Unesco,sono meta ideale del forest bathing.
Anche le Riserve Naturali e Parchi Fluviali come quello del Tirino o delle Acquevive a Taranta Peligna, la Valle dell'Orfento, il lago di Scanno, di Barrea, di Campotosto sono scenari ideali per un insolito e salutare tuffo nel verde.

Da non perdere nel parco Nazionale d'Abruzzo la Camosciara, un bellissimo percorso di cascate e sentieri con la possibilità di vedere i camosci da vicino, cosi come i paesi sul lago di Barrea e Civitella Alfedena!!
A Pescasseroli la fattoria degli animali raggiungibile con un trenino o una carrozza con cavalli, molto bella da visitare, il centro ippico Vallecupa e tanto altro!!


Photo credit: Bruno D'Amicis

Il Parco della Majella e il centro visita lupi

Il Parco Nazionale della Majella si estende per 74.095 ettari e tocca le tre province di L’Aquila, Chieti e Pescara.
La Majella è molto interessante dal punto di vista faunistico: nel Parco vivono animali molto rari come il lupo, l’orso, la lontra, l’astore, il gufo reale. A tratti ripida, la Majella offre attività anche per i più piccoli. I sentieri toccano grotte, sorgenti e vallate, come il Vallone dell'Orfento con pozze di acqua pulitissima per il bagno. Bellissimi per una visita anche gli eremi della zona, abitati in passato dai Santi Eremiti.
Assolutamente adatta e di grande fascino per i più piccoli la visita all’area faunistica del “Centro visite del Lupo” a Popoli (PE), un luogo molto suggestivo all'interno della catena del Morrone.
Da diversi anni il centro propone attività di educazione ambientale e visite guidate al museo interno (tre sale ospitano una mostra didattica sulla biologia e l’ecologia del lupo ed il suo difficile rapporto con l’uomo ed una sala dove è possibile ascoltare gli ululati degli animali). Il percorso è adatto anche ai più piccoli e l'area dei lupi si raggiunge in un quarto d'ora di cammino.

Centro visita lupi in Abruzzo
Photo credit: Diana Melfi

I calanchi di Atri

Nell'entroterra di Pineto a circa un quarto d'ora dalla costa, la Riserva Naturale Regionale dei calanchi di Atri è un'altra area di straordinaria bellezza e unicità.
Si tratta di un’area naturale protetta, oasi Wwf nell’Abruzzo adriatico. Una superficie di 380 ettari che custodisce i calanchi, stupefacenti monumenti naturali, chiamati anche “bolge dantesche” o “scrimoni”.
In continua evoluzione e trasformazione, queste architetture di sabbia e fossili, nascono dall’erosione del terreno argilloso, provocata dai continui disseccamenti e scorrimenti di acque piovane.
Questo è un luogo quasi mistico, dove vengono organizzate moltissime attività per tutti, come percorsi tematici, laboratori ambientali per bambini e sessioni di meditazione e yoga.
Il percorso naturalistico è sempre aperto ad accesso gratuito. Qui per trovare l'elenco dell'attività e dei laboratori: Sito ufficiale della Riserva dei Calanchi di Atri

I Calanchi Di Atri

Grotte di Stiffe

La visita alle Grotte di Stiffe è un'esperienza affascinante e avventurosa per questo apprezzatissima dalle famiglie,
All'interno del Parco Naturale Regionale Sirente Velino, a una ventina di chilometri dall'Aquila, a San Demetrio ne’ Vestini, le grotte di Stiffe sono il risultato di milioni di anni di erosione del fiume Rio Gamberale.
Facilmente raggiungili e accessibili a tutti, le grotte sono visitabili con una guida esperta che accompagna i visitatori tra canyon, strettoie, stalattiti, stalagmiti, pipistrelli, cascate e le diverse stanze, come quella dei Briganti e il misterioso Lago Nero. Il tragitto all'interno delle grotte dura circa un'ora.
Come per tutte le visite alle grotte, è necessario indossare scarpe antiscivolo e una giacca per l'umidità.

Soft rafting

Un'altra bellissima avventura che accompagna anche i più piccoli a contatto con la natura incontaminata abruzzese, è il soft rafting proposto da Raften - Rafting Emozione Natura ai piedi dell’Oasi Di Seranella (in provincia di Chieti), sito d’importanza comunitaria.
Amica delle famiglie, l'associazione ha come obiettivo proprio quello di rendere il rafting uno sport per tutti, capace di svelare le numerose meraviglie che si celano in un Abruzzo misterioso e tutto da scoprire. Così, in modo sicuro, grandi e piccini possono rimanere con il fiato sospeso a vivere intensamente un'avventura e luoghi unici.

Alla scoperta dei borghi più particolari

L'Abruzzo vanta molti tra i più bei borghi d'Italia, ma ce ne sono alcuni particolari e originali, oltre che belli. Atri, oltre a essere la base di partenza per la visita ai calanchi, è anche il borgo della liquirizia. In questa zona la liquirizia è prodotta fin dal 1500, originariamente dai Benedettini, oggi dalla fabbrica di Menozzi de Rosa. Impossibile passare e non assaggiare, anche perché esistono liquirizie di ogni tipo, dimensione e forma!

Sulmona invece è il rinomato borgo dei confetti. Si possono trovare confetti di ogni colore e ripieno nelle stradine del centro. Durante la visita al Museo Confetti Pelino è possibile ammirare una vasta esposizione di macchine antiche per la produzione di confetti e varie attrezzature, cimeli e preziosi, accompagnate da foto d'epoca e più attuali sulla lavorazione.

Viaggiando in estate coi bambini in Abruzzo, non è possibile non prevedere una visita a Sant’Eufemia, la città del gioco.
Ad accogliere i visitatori all'entrata del borgo c'è il cartello che dice: “Rallentare. In questo paese i bambini giocano ancora per strada”. Oltre al lungo calendario di attività per bambini, il vero appuntamento è in estate con il gigantesco RisiKo! che viene allestito nella piazza principale. 650 mq di superficie su cui viene dipinto un planisfero da record, scenario del torneo valido per la qualificazione ai Campionati Nazionali Il RisiKo!
Da anni Sant’Eufemia a Maiella è infatti gemellato con Risiko!®, lo storico board game che ha segnato e rivoluzionato il gioco di strategia in Italia e nel mondo.

Cerchi suggerimenti e consigli per le vacanze con la tua famiglia?
Entra in Its4kids, la più grande community FB,
dedicata alle vacanze con i bambini!
Ti aspettiamo!

Informazioni Pratiche per visitare l'Abruzzo

L'Abruzzo, soprattutto sulla costa, ha una vasta scelta di strutture ricettive, per tutte le tasche.
Da splendidi family hotel, a villaggi per le famiglie ad agriturismi e B&B. Qui trovi le strutture consigliate da Its4kids e la sua community: dove dormire in Abruzzo con i bambini.
Per raccontarci la tua esperienza in Abruzzo, se hai altri luoghi da raccontare o per chiedere info dettagliate vieni nella nostra community FB; Its4kids - a misura di bambini,

Ti aspettiamo!


Foto copertina credits: Andrea Lucente

Join with us

Iscriviti alla newsletter Its4kids
con offerte, idee e consigli.

Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.

Ami viaggiare con la tua famiglia?

Offerte e idee
per il tempo libero!

Iscrivi alla newsletter, non perdere occasioni


Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.