09/02/2021 - Italia con i bambini

Cosa fare in Maremma con i bambini, tra mare, natura e parchi

Spiagge premiate da Legambiente, parchi naturali e Oasi WWF, terme libere e sentieri. La Maremma Toscana è il sogno per chi ama le vacanze al contatto con la natura..

Cosa fare in Maremma con i bambini, tra mare, natura e parchi
Redazione

La Maremma Toscana è una regione incantevole, che riesce a coniugare natura incontaminata, bel mare, cultura e buon cibo. Sono tantissime le cose da vedere, tra spiaggia, giardini incantati, parchi e animali, dodici mesi l'anno.

Il Parco Naturale della Maremma

Il Parco Naturale della Maremma si estende per circa cento kmq, dal promontorio di Talamone fino alla foce del fiume Ombrone, costa inclusa. È un territorio unico, sia nell'interno che sulla costa, conservato divinamente, ricco di ecosistemi protetti e importanti progetti per la conservazione della biodiversità.
Visitare il Parco della Maremma vuol dire scoprire i suoi angoli di spiaggia incontaminata, vuol dire andare per avvistamenti lungo la laguna salmastra e la foce dell'Ombrone. Oltre alle migliaia di uccelli che passano e si fermano qui, all'interno del parco è possibile ammirare lepri, volpi, tassi, istrici e cinghiali, o cavalli maremmani allevati allo stato brado.
Un buon punto di partenza per raccogliere tutte le informazioni è il Centro Visite di Alberese, che offre ai visitatori occasioni per visite, escursioni e sentieri da fare a piedi o in bici, alla scoperta dei daini o delle mucche maremmane con corna lunate.

La mucca maremmana


La costa della Maremma

La Maremma Toscana è una destinazione incantevole durante tutti i mesi dell'anno, ma è senz'altro d'estate il momento di maggiore richiamo. Questo tratto della costa toscana è pluripremiato, per le sue acque ma anche per i servizi che offre.
Secondo la classifica 2020 di Legambiente, il mare della Maremma è secondo solo alla Sardegna, guadagnando così le cinque vele nella guida “Il mare più bello” di Legambiente e Touring Club Italiano. Ma non solo: la costa maremmana è consigliata anche dai pediatri per le sue caratteristiche baby friendly: tra le 144 spiagge italiane più adatte ai bambini c'è Castiglione della Pescaia, che sventola la Bandiera Verde dal 2012. La spiaggia di Castiglione della Pescaia è stata premiata per le sue spiagge aperte e vaste, per la sabbia fine, per il mare che degrada dolcemente e per tutti i servizi offerti a misura di bambini.
Poco più a Nord di Castiglione della Pescaia (a 8 km per la precisione) c'è la spiaggia Le Rocchette, una delle più belle della Toscana. La sabbia fine e l'acqua che diventa profonda molto gradualmente rende questa spiaggia una delle più consigliate per i bambini. Sulla spiaggia ci sono stabilimenti, bar e ristoranti, ma una buona parte è libera. In estate conviene lasciare l'auto un po' prima della spiaggia e proseguire a piedi.

Le Rocchette in Maremma
Spiaggia delle Rocchette

Tra Castiglione e Follonica si trova Punta Ala, destinazione turistica molto famosa. Qui si trovano due spiagge: una a sinistra del porto, piccolina, con uno stabilimento e una parte libera; e una a destra, lunga e sabbiosa con stabilimenti e servizi, molto adatta ai bambini per gli spazi generosi, qui bisogna camminare un po' per trovare la spiaggia libera.
Da Punta Ala, per chi ha voglia di fare una bellissima escursione in mezzo alla natura, c'è la spettacolare Cala Violina, che si dice prenda il nome dal suono della sua sabbia che ricorda il tocco dell'arco sulle corde del violino.
Cala Violina si trova nel cuore della riserva naturale, quindi ci si arriva camminando un po'.
Due le strade possibili: dal lato del Puntone in bicicletta, ma solo per gli sportivi e allenati; oppure da Pian d'alma. Dalla strada provinciale si seguono le indicazioni, e un ultimo pezzo sterrato porta al parcheggio. Dal parcheggio parte un sentiero lungo un chilometro e mezzo, immerso nella pineta da fare a piedi o in bici. Non è un accesso facilissimo o comodissimo per i più piccoli, ma una bellissima passeggiata da fare senza fretta.

Per una la gita a Cala Violina con i bimbi, consigliamo di attrezzarsi per il pasto, snack e da bere e di arrivare piuttosto presto la mattina perché il parcheggio è a numero chiuso.
Se possibile, meglio non andare nei week end o nelle settimane centrali d'agosto perché la caletta è piccola e rischia di perdere tutto il suo fascino.

Cala Violina costa Toscana
Foto di kekko87 da Pixabay Cala Violina

Andando verso Sud da Castiglione, Bandiera Verde anche a Marina di Grosseto e a Principina.
Marina di Grosseto è ampia e lunga qualche chilometro, protetta alle spalle da una splendida pineta. L'accesso è diretto da diversi punti del paese e sono tantissimi i servizi offerti, per ogni gusto e ogni età: sono presenti chioschi, bar e ristorantini per mangiare, e stabilimenti che propongono sport
per tutta la famiglia, dalla vela, kite e wind surf a giochi da spiaggia come beach volley, soccer e tennis. Simili le caratteristiche della spiaggia di Principina, che vede un primo tratto più spartano, aspro e selvaggio, che diventa poi più accogliente, sabbioso e spazioso. Alle spalle ancora la splendida pineta che arriva ai piedi dei Monti dell'Uccellina, nel Parco della Maremma.

La Laguna di Orbetello

Unica nel suo genere, la laguna di Orbetello è oasi WWF da visitare almeno per una gita in giornata. Salmastra, con vegetazione palustre, nella laguna si concentrano e fermano, durante le rotte migratorie, migliaia di uccelli come fenicotteri, cavaliere d'Italia, airone bianco maggiore, airone cenerino, falco pescatore e altri. La laguna si estende per 850 ettari, lussureggianti e incredibilmente vivi e animati.
Tre sono gli itinerari proposti per visitare l'oasi WWF della Laguna di Orbetello
Il più attrezzato è il sentiero Ornitologico, lungo 1,2 km e con nove osservatori per guardare gli uccelli. Facile, accessibile, che incuriosisce a ogni età. Il secondo itinerario è lungo un chilometro circa: il sentiero del Bosco di Patanella propone una passeggiata sotto i pini che arriva sulla laguna, da dove osservare e provare ad avvistare fenicotteri, aironi e qualche timido martin pescatore.
Lungo il percorso ci sono alcuni capanni per l'osservazione, ma bisogna ricordarsi di portare il binocolo!
Il terzo sentiero è più lungo, sono quasi 3 km e parte dal centro visite del Ceriolo per raggiungere il Bosco di Patanella. L'itinerario include la visita al giardino delle farfalle, un'oasi dove sono state piantate oltre 150 piante odorose e profumate tra le preferite dalle farfalle, che qui possono trovare casa. Questa escursione è possibile solo con guida e su prenotazione, per bambini più grandicelli che hanno voglia di camminare.

Orbetello ha un centro piacevole, carino nelle sere d'estate per una passeggiata o un gelato Per mangiare, da segnare la cooperativa I pescatori, dove mangiare solo pesce fresco cucinato al momento. Il servizio è piuttosto spartano, ma la qualità garantita.

Per il bagno intorno alla laguna è necessaria qualche accortezza.
L'Argentario, il promontorio circondato dal mare che una volta era isola ma che oggi è collegato a Orbetello da una lingua di terra, ha un mare con acqua molto bella, ma prevalentemente con costa scogliosa e spazi ridotti.
Le spiagge verso Ansedonia hanno spazi decisamente più generosi, con bellissimi sentieri in mezzo alla pineta e aree attrezzate per il pranzo, ma attenzione alle zanzare, anche in spiaggia e ovunque da queste parti, che possono rendere la gita non troppo rilassante!

A Talamone si trova anche l'Acquario della Laguna, che spiega e racconta la fauna e la flora della laguna e il suo collegamento al mare. Inoltre, sono in mostra attrezzi tradizionali per la pesca e pannelli che raccontano le attività ittiche e tradizionali della zona, oltre ad una collezione di conchiglie locali. Al suo interno è accolto un centro di recupero delle tartarughe marine (ma le tartarughe non si vedono!) e la ricostruzione in vasca di alcuni habitat naturali.

Oasi wwf a Orbetello
Image by nonmisvegliate from Pixabay La Laguna di Orbetello

Gli incredibili giardini d'arte

In Maremma c'è qualcosa che va oltre il mare e la natura dei parchi e delle riserve. Oltre alla magia di alcuni paesini che sorgono sui colli, qui c'è qualcosa di estremamente affascinante: sono i giardini d'arte e colore.
Il Giardino dei Tarocchi si trova sulla collina di Garavicchio a Capalbio (un paesino che merita comunque una visita, magari al tramonto).
Si tratta di un parco artistico realizzato da Niki de Saint Phalle, e ormai conosciuto a livello internazionale. Qui si trovano sculture alte 12-15 metri dedicate ai simboli dei tarocchi.
Un museo a cielo aperto, coloratissimo, esoterico, molto affascinante.
L'artista, che ha lavorato al parco quasi vent'anni, ha richiesto di lasciare la visita libera e senza guida, a un numero limitato di ospiti e solo per alcuni periodi dell'anno (da Aprile a Ottobre) e in determinate fasce orarie. Qui i bambini possono esplorare il parco e lasciare spazio alla loro fantasia!

C'è un altro museo a cielo aperto curiosissimo per tutta la famiglia: è il giardino Viaggio di Ritorno, ideato e realizzato dal bioarchitetto e artista Rodolfo Lacquaniti. Il parco artistico è diffuso e si trova negli spazi esterni del Podere il Leccio in località Buriano, a Castiglione della Pescaia.
Eclettico, armonioso, particolarissimo: nel giardino prendono forma una ventina di installazioni realizzate con materiale di recupero e scarto.
Divertente e introspettivo, il parco è visitabile solo con visita guidata dall'artista.

giardino a Castiglione della Pescaia
Il giardino Viaggio di Ritorno a Castiglione della Pescaia

Le terme libere di Saturnia

In Maremma c'è un angolo di paradiso, assolutamente da non perdere, soprattutto se si visita questa terra in autunno o primavera: sono le terme di Saturnia, a Manciano, in provincia di Grosseto.
Qui si trova uno stabilimento lussuoso con Spa per cure termali e trattamenti estetici, ma sono le terme libere il vero spettacolo.
Per chi ama il bagno wild in mezzo alla natura, ma anche solo da vedere coi piedi a mollo per i più freddolosi, le piscinette naturali di Saturnia sono indimenticabili. Perfette durante i periodi di mezza stagione, nelle vasche l'acqua solfurea scorre a oltre 35 gradi. Riconosciuti i benefici per la pelle, per la circolazione e la respirazione, ma soprattutto per la mente. Le terme libere di Saturnia sono molto spaziose, di diverse dimensioni, comodissime anche per i bambini. L'accesso al bagno è comodo, la temperatura è perfetta per il bagno e tutto intorno è natura.
Alla sorgente, in alto, si trovano le Cascate del Mulino, che prendono il nome da un vecchio mulino ancora in piedi. A scendere cascate e cascatelle, vasche e un piccolo torrentello d'acqua calda per mettere piedi o bambini a mollo! Nel tempo, proprio a ridosso dei bagni, è stata costruita una struttura con servizi igienici, docce, e distributore automatico di snack e bevande, ma non sempre sono in funzione, quindi meglio attrezzarsi per i pasti, gli spuntini e il cambio.
Se rimane un po' di odore addosso? Si, ma è tutto benessere!

I bagni di Saturnia non sono le uniche terme libere della Toscana, che è una delle regioni che maggiormente tutela queste fonti naturali di benessere e relax. Non lontanissime da Saturnia si trovano i Bagni di San Filippo e i Bagni di Petriolo, nel senese.

Attenzione le terme di Saturnia possono essere piuttosto affollate nel week end o durante le feste di Pasqua, tra il 25 Aprile e il 1° Maggio,

Le terme di Saturnia in Maremma
Foto di maurizio Izzo da Pixabay Le terme libere di Saturnia

In bicicletta alla scoperta della Maremma

La bicicletta è un ottimo mezzo per visitare e scoprire questo angolo di mondo. La Maremma, e la Toscana più in generale, ha molto investito per attrezzare e segnalare i sentieri ciclopedonali. La bicicletta in vacanza consente di godere facilmente degli interni o di scoprire tratti di costa meno popolati.
Il Comune di Castiglione della Pescaia, insieme all’associazione L’Albero, ha catalogato oltre cento km di percorsi segnalati, una quarantina per bici, mountain bike, altri da fare a cavallo e piedi. Lungo la costa e nei centri non sarà difficile trovare punti di noleggio per la bicicletta.

maremma toscana
Image by nirolfix from Pixabay La maremma toscana

Cerchi suggerimenti e consigli per le vacanze con la tua famiglia?
Entra in Its4kids, la più grande community FB,
dedicata alle vacanze con i bambini!
Ti aspettiamo!

Informazioni pratiche

Per esplorare la Maremma Toscana la stagione migliore va da Pasqua a Ottobre.
In primavera e in Autunno, il clima più mite è perfetto per il trekking, la bicicletta o qualche escursione a cavallo e soprattutto la visita alle Terme di Saturnia.
In questa stagione puoi scegliere di dormire in agriturismi o residence nella campagna, d'estate invece l'ideale sono i campeggi e villaggi al fresco della pineta e a due passi dalla spiaggia.
Qui puoi trovare dove dormire in Maremma con i bambini

Sei stato in Maremma con i bambini?

Raccontaci cosa ti è piaciuto, il tuo contributo ci aiuterà a crescere e a offrire informazioni più complete a tutte le famiglie.

Se hai domande o hai voglia di raccontarci le tue esperienze di viaggio con i bambini, raggiungici nel nostro gruppo Fb di famiglie: Its4kids - a misura di bambini,
Ti aspettiamo!

PS: se vuoi scoprire nuove mete con i bimbi, seguici su Instagram @its4kids.familytravel

Leggi anche

Lago Maggiore con bambini per famiglie

Il Lago maggiore con i bambini, tra isole, parchi e escursioni

Non hai mai portato tuo figlio/a su una barca o traghetto, non hai mai visitato con tuo figlio/a un’isola che si può percorrere in meno di un’ora?! Non ti sei mai perso tra i giardini e stanze di un palazzo antico o non sei mai sceso da un monte con un fu
Firenze per bambini per famiglie

10 cose da fare a Firenze con i bambini

Ecco un itinerario family-friendly per Firenze adatto a tutta la famiglia per visitare la città dei Medici con i bambini e scoprire la sua incredibile bellezza e non solo.
Bologna con bambini, per famiglie

Bologna con bambini, tra torri, parchi e musei

Bologna è una città piena di vita, piacevole e facile da visitare con bambini a seguito. Bologna è sicuramente nota come città universitaria ma è adatta a tutte le età; è facilmente visitabile con passeggini nonché sulle due ruote. Sono tante le attività,
 Panchine giganti nell’Appennino Reggiano  per famiglie

Alla scoperta delle Panchine giganti nell’Appennino Reggiano

Sapete cosa sono le Panchine Giganti? Lo sapevate che in Italia ce ne sono già più di 100 sparse in più regioni? Le Panchine Giganti sono vere e proprie panchine di grandi dimensioni. Nell’Appennino Reggiano ad oggi ce ne sono quattro!
Attività in Liguria per bambini e grandi per famiglie

10 idee per nella Riviera di Ponente e nella Riviera di Levante

La Liguria è una meta ideale per passare le vacanze con i bambini, anche solo se si tratta di un weekend: sia la Riviera di Ponente, sia la Riviera di Levante regalano grandi emozioni e divertimento a bambini e adulti. Ecco una mini guida sulle 10 att

Offerte

Iscriviti alla newsletter Its4kids
non perdere le nostre offerte formato famiglia.

Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.

Ami viaggiare con la tua famiglia?

Offerte e idee
per il tempo libero!

Iscrivi alla newsletter, non perdere occasioni


Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.