01/07/2017 - In Europa con i bambini

Parigi, cosa vedere con i bambini

Silvia ci racconta in suoi "must see" della Ville Lumiere.

Parigi, cosa vedere con i bambini
Silvia

Autrice del blog MammainViaggio

Parigi, una città affascinante, romantica e tutta da scoprire con i bambini.
Ho avuto il piacere di scoprire e riscoprire questa città ben cinque volte, e sempre ne sono stata entusiasta.
Parigi non è solo una città per adulti, l’ultima volta che ci siamo stati, si è innamorata pure la mia bambina che ha solo 5 anni.

Ecco un facile itinerario giornaliero a piedi e metrò alla scoperta di Parigi adatto a tutta la famiglia.

Parigi itinerario famiglie con bambini

MontMartre e la piazzetta degli artisti


Il nostro itinerario ha inizio a MontMartre che raggiungiamo grazie al metro (fermata Anvers sulla linea 2). Da qui è facile raggiungere la Basilica du Sacré Coeur e godere una bellissimo panorama su Parigi.

Una visita all'interno della Basilica è d’obbligo, così come una passeggiata fino alla piazzetta degli artisti, dove numerosi pittori sono impegnati a ritrarre i volti dei turisti in posa: un ottimo ricordo di una vacanza indimenticabile. E se anche voi non volete rinunciare a questo souvenir, ma temete che i vostri bambini non abbiano la pazienza di restare fermi per circa una mezz'ora, sappiate che alcuni pittori accettano di ritrarre voi o i vostri figli partendo da una fotografia, perciò preparatevi con il necessario!

Per raggiungere il Sacré Coeur si può approfittare della funivia ai piedi della collina: vi condurrà direttamente alla Chiesa. Per la corsa vi basterà utilizzare uno dei biglietti della metropolitana, et voilà, avrete Parigi di fronte a voi.

MontMartre Parigi con le famiglie e i bambini

Dopo aver riaffrontato il percorso a ritroso con la funivia, dirigetevi a Pigalle per scattare una foto al famoso locale Moulin Rouge (appena 5 minuti a piedi vi separano). Perché dovrebbe piacere ai vostri bambini? La mia bimba vi risponderebbe: “Perché è tutto rosso e ha quelle strane cose che girano”… Le strane cose sono le pale del mulino e, se non si fosse capito, lei adora il colore rosso!

Seconda tappa: Notre Dame

Pronti per un nuovo viaggio in metro: partenza da Pigalle, linea 2 in direzione Nation fino alla fermata Barbès Rochechouart, cambio con linea 4, direzione Port D’Orléans, fermata Cité.

Questa volta la nostra meta è Notre Dame de Paris, una cattedrale gotica nel cuore della città capace di infondere mistero, stupore e magia… In fondo è la casa di Quasimodo, famoso Gobbo di Walt Disney, perciò perché non provare a cercarlo tra le alte guglie ed i mostruosi gargoyles?

Dietro la Chiesa c’è un piccolo parco nel quale è possibile fermarsi a riposare o fare uno spuntino on the road. Per i vostri bambini anche un piccolo (molto piccolo) parco giochi che l
certo gradiranno.

Se ne avete voglia potrete passeggiare e visitare l’Ile de la Cité, prima di tornare alla fermata Cité del metro.

Il museo del Louvre


Nuovo spostamento: linea 4 in direzione Porte de Clignancourt fino a Chatelet, cambio con linea 1 direzione la Défense, fermata Louvre Rivoli.

Come anticipato dal nome della fermata, la nostra prossima tappa è il museo del Louvre.

Non spaventatevi, non è necessario visitare il suo interno (anche se la visita merita davvero ed impegna almeno mezza giornata), bensì fate notare il curioso accesso a Piramide ai vostri bambini, attraversate trionfalmente l’Arco che congiunge i Giardini des Tuileries, come dei principi e principesse d’altri tempi, poi percorreteli fino a Place de la Concorde.

Giardini del Tuileries Parigi per le famiglie con bambini

Ad attendervi un curioso obelisco, ma soprattutto una ruota panoramica! Il grande occhio vi consente di osservare la città da ben 70 metri d’altezza.

Attenzione: La ruota panoramica non è un’attrazione fissa, bensì presente nei mesi autunnali ed invernali, da Settembre a Marzo. Per questo vi consiglio di controllare le date online dal momento che variano di anno in anno.
.

Se volete visitare il Louvre meglio comprare i biglietti online dal sito ufficiale del Museo del Louvre e prenotate l'ora d'entrata alle 9, 9-30 al massimo Riuscirete a vedere le opere più famose senza una calca impossibile. Appena entrati, andate velocemente alla Gioconda, dopo le 10 il museo si riempie all'inverosimile e a davanti alla Giocanda c'è una gran ressa. Poi con calma girate le sale avendo già pianificato le opere che volete vedere.
Il Louvre il martedì è chiuso, mentre il lunedì è chiuso il Museo d'Orsay (il secondo museo di Parigi. I giorni migliori per visitare il Louvre sono quindi mercoledì e giovedì.
L'ingresso al Louvre per i minori (fino ai 26 anni per i cittadini UE) è gratuito.

La Tour Eiffel


Ultimo biglietto del metro alla mano: partiamo dalla fermata Concorde con la linea 8 in direzione Balard ed arrivo a Ecole Militaire.

Ciò che vedrete una volta riemersi dalla stazione della metropolitana sarà il simbolo di Parigi per antonomasia: La Tour Eiffel, che di certo non può mancare in un tour, con o senza bambini.
Ma viaggiando noi in famiglia, scegliamo, come ultima tappa, di fermarci al bel parco giochi recintato lungo i Campi di Marte: una giusta e doverosa ricompensa dopo un’intensa giornata a spasso per la città. Mamma e papà avranno invece tempo di riposarsi e godersi la vista della Torre sullo sfondo ed assaporare l’atmosfera parigina.
E se ancora non fosse troppo tardi, vi consiglio di approfittarne e salire sulla sommità della Torre: un’esperienza unica.

Se riuscite a pianificare con anticipo il vostro giro a Parigi, comprate online i biglietti della torre, Spesso bisogna acquistarli con almeno un mese di anticipo. Altrimenti si possono comprare li, ma la coda può essere anche di un'ora.

Tour Eiffel Parigi con le famiglie

Lungo la Senna

Se avete tempo inserite un piccolo giro in battello lungo la Senna: ai bambini piace l’acqua e navigare. Potreste addirittura optare per una cena a bordo di un’imbarcazione per assaporare da un altro punto di vista i vari monumenti parigini: i vostri bambini saranno impegnati a mangiare e guardar fuori dalla finestra e voi a godervi lo spettacolo insieme a loro.

Tra le compagnie più accreditate vi segnalo il Batobus che offre numerose corse con diversi punti di imbarco e sbarco, ma non pranzi o cene, e poi Bateaux Mouches, Marina de Paris e Bateaux Parisiens per assaporare un’esperienza culinaria.

Il nostro tour parigino è giunto al termine, ma sono certa che il nostro itinerario a piedi è rimasto nel cuore delle nostre bambine

Se i giorni a vostra disposizione fossero più di uno, di certo merita una visita Disneyland Paris, facilmente raggiungibile dal centro di Parigi con la RER, così come la Reggia di Versailles.

I trasporti a Parigi


Per visitare Parigi consigliamo assolutamente i trasporti pubblici, il traffico di Parigi è caotico, appena arrivati quindi parcheggiate la macchina e riprendetela l'ultimo giorno.
Prima di partire informatevi bene dove sono i parcheggi vicino a dove dormite, quanto costano e soprattutto se avete la macchina con il siluro montato o comunque più alta di 1.90 sarà una bella impresa trovare un parcheggio che la accetti. Quasi tutti i parcheggi hanno tunnel di accesso bassi e non accettano macchine altre più di 1.90 m.

I biglietti della metropolitana sono acquistabili in tutte le stazioni grazie alle casse automatiche. Il costo della singola corsa è di 1.90€ per gli adulti ed è valido per un’ora e mezza senza uscire dal metro. Se si effettuano più corse, conviene l’acquisto del carnet ticket da 10 corse, grazie al quale sarà possibile risparmiare (solo 14,90€) oltre al fatto che è fruibile da più persone .
Per i bambini dai 4 ai 10 anni non compiuti è possibile acquistare biglietti a tariffa ridotta, ma solo in formulazione carnet da 10, al costo di 7,25. I bambini sotto i tre anni viaggiano gratuitamente.
Un'altra opzione sono i biglietti giornalieri: i mobilis consentono viaggi illimitati per tutto il giorno a 7.50 ad adulto in zona 1 e 2 (più che sufficiente per visitare Parigi. Più informazioni sul sito ufficiale della metro di Parigi.

Per chi viaggiasse con un bambino piccolo in passeggino, vi segnalo che gli ascensori nelle varie stazioni metro sono davvero pochi, perciò preparatevi ad affrontare diversi scalini, come è successo a noi per trasportare la mia bimba di 20 mesi.

La sicurezza


Parigi è una città abbastanza sicura, anche la sera si gira tranquillamente in moltissimi quartieri. Anzi non perdete l'occasione di godervela by night, è davvero incantevole.

In ogni edificio importante ci sono molti controlli per entrare, preparatevi ad affrontare un security check al Louvre, alla torre Eiffel, a Versailles, ecc.. quindi niente bottiglie di vetro nello zaino, posate, coltellini svizzeri...

Grazie!


Grazie a Silvia per l'interessantissimo articolo!

Se hai domande su Parigi con i bambini, scrivile qui o entra nel nel nostro gruppo Fb: Its4kids.

Se anche tu ami scrivere e condividere la tue esperienze di viaggio con i bambini, contattaci saremo lieti di ospitarti nelle pagine di Its4kids!

GRAZIE!!

Tieniti informato
sulle ultime novità!

Cliccando su "Iscriviti", accetti le condizioni e la informativa sulla privacy.